sabato 20 marzo 2010

                                                                                        

                                                  
Solo più ricordi...
che si accavallano dolorosi nella mente,
come chicchi di grandine d'agosto
a colpire un ormai straziato fiore.
Dov'è la tua amorevole protezione,
il tuo avvolgente sorriso nell'aprirmi la porta,
il tuo caldo abbraccio,
la tua solida presenza percepibile seppur in un ricco silenzio.
Solo più ricordi...
che non lascerò ingiallire come vecchie fotografie;
incorniciati dalle sfumature del presente,
con l'emozione dell'appena trascorso,
vivranno in me per sempre,
taglienti come lame a trafiggermi il cuore.
                                       (Francesca)


12 commenti:

  1. Complimenti sinceri per i versi.Ti auguro anche a te una serena domenica,saluti a presto

    RispondiElimina
  2. Ciao Francesca è bellissima questa Tua poesia dedicata..purtroppo quando i genitori partono per il lungo sonno, ci rimane solo più il ricordo, Tu con questa dolce poesia, hai riportato in vita i sentimenti amorevoli di Tuo Padre. Grande Francesca..un abbraccione.

    RispondiElimina
  3. Francesca ho le lacrime agli occhi.
    Versi vibranti che emozionano tantissimo.
    Posso pubblicare questa struggente poesia sul mio blog delle poesie?
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  4. Francesca, anche per me, il ricordo di mio padre é ancora vivo. Ho scritto per lui tante poesie di una intensità travolgente. Mentre le scrivevo io stessa piangevo disperata, per tutto quello che di bello mi ha datto e che ho qui, stretto nel mio cuore. Un solco nell'anima che non si rimarginerà mai. Ma poi arriva il momento dell'accettazione degli eventi, e capisci che non tutto é perduto. che loro vivono in noi e fanno parte di noi, ci sentono, ci stanno accanto e ci protteggono.
    Devi crederci.
    Io ho fatto molto di più per arrivare fino a loro...ma ho pensato agli affetti che mi legano qui, e quanto essi mi amino. Non occorre essere egoisti, spegnersi come una candela nel ricordo. Pensa al presente, alla tua bella famiglia, a quanto amore puoi darle. Pensa ogni volta a quanto tuo padre sarebbe orgoglioso di vederti felice, vivere la tua vita, come lui ha vissuto la sua con i suoi lutti nel cuore.
    Passa nel mio blog Regali virtuali, dove c'é scritto per Bruna. Prendi quell'omaggio che ti ricorderà sempre dell'amore che vi ha unito.
    Ma pensaci con la bellezza nel cuore. con la felicità di chi ti ha lasciato così bella e preziosa come sei.
    Un abbraccio forte
    Lilly

    RispondiElimina
  5. Ciao cara francesca,che bellissima poesia,
    il tuo caro papa'era e è orgoglioso di te,
    Ti do un forte abbraccio.nonna gianna.

    RispondiElimina
  6. Grazie Cavaliere oscuro, a presto!

    RispondiElimina
  7. Grazie Adamus un abbraccio a te!

    RispondiElimina
  8. Ciao Stella, certo che puoi, per me è un onore, grazie un abbraccio anche a te!

    RispondiElimina
  9. ciao Lilly, grazie di cuore per le bellissime parole e per il regalo graditissimo. La ferita è ancora troppo fresca e mi sembra che niente potrà più essere come prima. Un grande abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Grazie Gianna, anch'io sono orgogliosa di lui e di tutto quello che mi ha trasmesso, un grande abbraccio!

    RispondiElimina
  11. Ciao Carissima Preziosa Francesca,
    Ti prego solo di non farti trascinare dalle ombre cupe dei ricordi. Tutto è celato nei nostri cuori e sempre ci è possibile riesumare quei dolci momenti della memoria in cui il nostro cuore vibrava insieme ai nostro immensi amori. Ti ricordi, in quel mio dire suggerivo di proiettare i nostri intimi pensieri nella voce del silenzio perché tutto è possibile quando c'è vero amore, Dobbiamo capire solo che quei legami esistenziali sono immortali, immortali, immortali, infiniti e che questa vita non niente nel confronto all'eternità.. Parla con gli immensi amori con il tuo prezioso bel cuore e vedrai che piano piano si alzeranno quei veli ch3e ci separano da quella dolce visione.... Provaci, Provaci perché anche loro aspettano questo nostro consapevole momento del cuore..... Sorrisi a questo indefinibile evento sei un MAGNETE DI IMMENSO AMORE, sono solo le paure e le false induttanze a frenare quel necessario risveglio interiore.

    RispondiElimina
  12. Carissimo Raffaele, dalle tue parole sembra semplice, ma in realtà io non riesco ancora a capire il perchè di tante cose e di conseguenza accettarle. Più passa il tempo e più la mancanza diventa insopportabile. Un caro saluto e un abbraccio!

    RispondiElimina